In assemblea per progettare il futuro

Sabato 22 maggio, nella sala delle conferenze del Centro Emmaus, la prima assemblea in presenza (ma con collegamenti anche in remoto) per i componenti dell’associazione. Un appuntamento partecipato, voluto per potersi finalmente conoscere meglio, e poter progettare e impostare insieme il lavoro delle prossime settimane che ci attende. Dopo l’introduzione della presidente Gilda Di Paolo, che ha ricordato i primi risultati conseguiti dell’associazione che porta il nome di Cesare Di Carlo, soprattutto attraverso le prestazione mediche offerte a persone indigenti o fragili, sono state tante le proposte messe sul tappeto dai numerosi interventi: dai progetti dedicati ai minori per la diffusione della lettura a quelli arteterapeutici. Proposte che saranno ora messe a punto utilizzando lo strumento innovativo che ci è dati per realizzarle: la banca del tempo. Ovvero la libera disponibilità di tempo che i soci dell’associazione mettono a disposizione.

Il presidente dell’associazione Gilda Di Paolo con il segretario Livia Mattei

Foto dell’incontro